Piano Nazionale Industria 4.0

Mostra tutto
Il Piano Nazionale Industria 4.0 mette in campo importanti misure tese a favorire gli investimenti in ricerca e sviluppo delle aziende italiane.
In particolare, il piano si propone di attivare investimenti innovativi con incentivi fiscali mettendo sul piatto ben 13 miliardi di euro tra il 2017 e il 2020.

In particolare, la legge di stabilità per il 2017 prevede per le imprese la possibilità di effettuare investimenti:
A
in beni materiali strumentali nuovi: viene prorogato a tutto il 2017 il super ammortamento del 140%, che consiste nella possibilità di maggiorare il costo di acquisto di un bene strumentale nuovo del 40% ai fini della deduzione fiscale delle quote di ammortamento;

B
in beni materiali strumentali nuovi ad alto contenuto tecnologico finalizzati a favorire processi di trasformazione tecnologica e/o digitale in chiave Industria 4.0:
viene concesso un iperammortamento del 250%, che consiste nella possibilità di maggiorare il costo di acquisto di un bene strumentale nuovo del 150% ai fini della deduzione fiscale delle quote di ammortamento; se il bene materiale proprio dell’iperammortamento 250% è acquistato insieme al software embedded necessario al suo funzionamento, anche il software embedded fruisce dell’iperammortamento 250%.

C
in beni immateriali (software, sistemi e system integration, piattaforme e applicazioni) funzionali alla trasformazione tecnologica e/o digitale in chiave Industria 4.0: viene concesso un superammortamento del 140%, che consiste nella possibilità di maggiorare il costo di acquisto di un bene immateriale del 40% ai fini della deduzione fiscale delle quote di ammortamento; i software rientranti nel superammortamento 140% possono beneficiare di tale bonus a condizione che l’impresa usufruisca dell’iperammortamento 250%, ma indipendentemente dal fatto che i software siano o meno specificamente riferibili al bene materiale agevolato con l’iperammortamento.

Scadenze

Gli incentivi fiscali sono ammessi per investimenti effettuati entro il 31 dicembre 2017, ovvero entro il 30 giugno 2018 a condizione che entro la data del 31 dicembre 2017 il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20 per cento del costo di acquisizione.

Acquisto di soluzioni software e hardware con le soluzioni I. e O. Informatica e Organizzazione

Tali incentivi possono risultare per le imprese una notevole opportunità per migliorare i processi aziendali, tramite l’acquisto di: sistemi e dispositivi hardware per la sicurezza, il controllo accessi, la rilevazione presenze, la raccolta dati di produzione, tramite superammortamento 140% per beni strumentali materiali nuovi; soluzioni software, tramite superammortamento 140% per beni immateriali.